PROGETTO n° 17

Nuoto anch'io
ATTIVITA’ NATATORIA PER DISABILI


1 - DATI GENERALI DEL PROGETTO

Titolo: Nuoto anch’io
Enti coinvolti: Istituti Comprensivi di Arcisate, Bisuschio, Cantello, Induno Olona e Viggiù, Comunità Montana della Valceresio, Varese-Olona Nuoto
Durata: anno scolastico 2003-2004 (prosecuzione dall'a.s. 2001-2002)


2 - MOTIVAZIONE DEL PROGETTO

2.1 OBIETTIVI
Socializzazione
Crescita dell’autonomia personale
Aumento dell’autostima
Miglioramento delle capacità condizionali (forza, resistenza, mobilità articolare) e coordinative (equilibrio, coordinazione intersegmentaria)
Incremento delle capacità di apprendimento, comprensione e concentrazione
Continuità tra scuola elementare e scuola media

2.2 ANALISI DEL CONTESTO
Negli ultimi anni in provincia di Varese sono state realizzate diverse esperienze di attività sportive rivolte a ragazzi disabili frequentanti la scuola dell’obbligo

2.3 IDEA CENTRALE ALLA BASE DEL PROGETTO
Attraverso l’acquaticità è possibile abilitare e riabilitare il soggetto disabile e/o con disagio nel senso di renderlo capace di muoversi in un contesto nuovo e stimolante, sviluppando nello stesso tempo le abilità motorie.


3 - ATTIVITA’ DEL PROGETTO


Gli alunni disabili si recheranno con un autobus apposito presso la piscina comunale di Varese, dove si svolgeranno lezioni di acquaticità tenute da istruttori specializzati; i giorni e gli orari saranno definiti in seguito.


4 - COLLOCAZIONE DEL PROGETTO IN BASE ALLE CARATTERISTICHE DI INNOVAZIONE


L’attività prevista dal progetto non esisteva sul territorio della Valceresio mentre è attiva da tempo nei comuni di Varese, Busto Arsizio, Sesto Calende, Gallarate e Luino.


5 - STRATEGIE E METODI


Il progetto prevede il potenziamento della rete scolastica e comunale in Valceresio (Arcisate-Bisuschio - Induno Olona Viggiù-Comunità Montana), il coinvolgimento attivo delle famiglie, dell’associazionismo, dei servizi socio-educativi

6 - INDIVIDUAZIONE DEI FRUITORI


Il progetto prevede il coinvolgimento di alunni di scuola elementare e di scuola media portatori di handicap o con disagio e delle relative famiglie di Arcisate (9 delle elementari e 10 delle medie), di Bisuschio (1 delle elementari e 2 delle medie), di Induno Olona (7 delle elementari), di Cantello (1 delle elementari e 1 delle medie) e di Viggiù (2 delle elementari e 1 delle medie), di alcune insegnanti statali specializzate per il sostegno, insegnanti comunali, un obiettore di coscienza, un collaboratore scolastico, diversi volontari, 3 istruttori di nuoto (F.I.N.)


7 - MODALITA’ DI PROGRAMMAZIONE, COORDINAMENTO E GESTIONE DEL PROGETTO


Come Ente capofila, l’Istituto Comprensivo di Arcisate raccoglie l’adesione al progetto di tutti i soggetti coinvolti, programma e coordina le attività in collaborazione con il gestore della piscina comunale di Varese e realizza la gestione degli aspetti finanziari.


8 - RISULTATI ATTESI


Indicatori di successo delle attività programmate saranno la frequenza degli alunni alle lezioni di acquaticità, la certificazione rilasciata dagli istruttori di nuoto, il grado di soddisfazione delle famiglie


9 - MODALITA’ DI VERIFICA E VALUTAZIONE DEL PROGETTO


Si terrà un apposito registro delle presenze degli allievi, il livello di abilità raggiunto nel nuoto sarà certificato dagli istruttori F.I.N. mentre alle famiglie sarà somministrato un questionario di valutazione del progetto.

10 - COSTI PREVENTIVATI

Si prevede che l'Is.Co. di Viggiù debba versare una somma pari a 200 €
Contribuiranno, inoltre, tutte le scuole partecipanti ed una cospicua parte sarà versata dalla Comunità Montana e dall'Ente capofila (I. C. di Arcisate)




Se sei giunto in questa pagina grazie ad un motore di ricerca e non vedi il menù ad albero sul lato sinistro, clicca qui